Come un territorio diventa creativo? La lezione che ci manda Aldo Manuzio

Aldo Manuzio 4 VI 2014 AYPortnoff italiano

L’invenzione tedesca della stampa è stata valorizzata a Venezia. La Serenissima è diventata la capitale mondiale del libro, alla fine del Quatrocento, perché ha saputo riunire varie condizioni:

  • Ha riunito una massa critica di conoscenze e talenti complementari in tecniche, letteratura antica, filosofia, storia, lingue antiche e moderne, arti plastiche, industria, commercio internazionale,
  • A “Venezia, la città la più cosmopolita del mondo”, c’erano una liberta di pensiero, una tolleranza, un’apertura sul mondo ed un grande interesse per gli altri.
  • Era possibile “pensare altrimenti”. C’era un movimento in favore di un ritorno verso un pensiero globale, sistematico, analogico, della complessità.
  • I dirigenti erano colti e rispettosi della cultura. La repubblica aveva avuto l’intelligenza di utilizzare l’università di Padova, recentemente conquistata, e aveva creato specialmente per i suoi giovani patrizzi alla Scuola di Rialto (1408) e alla Scuola della Cancelleria di San Marco (1446) per iniziarli al pensiero del Aristotele.

 

Cosi Venezia ha potuto attirare un genio come Aldo Manuzio.

Il Manuzio era un imprenditore che pensava agli altri e aveva un’ambizione, un scopo non finanziario ma etico, per il bene comune, voleva appoggiare la rivoluzione del Rinascimento ; per questo, voleva difendere/diffondere il pensiero greco tramite i libri, per tornare alla realtà con Aristotele, liberare le mente europee dal dogmatismo, proporre un altro sguardo sulla natura.

Aldo Manuzio aveva le qualità che, ancora oggi, definiscono gli imprenditori che costruiscono riuscite imprenditoriali esemplare:

  • Una visione di lungo termine.
  • Un’etica : creare del valore, non soltanto finanziario e non soltanto per se stesso.
  • La volontà, il coraggio di agire secondo i suoi valori personali.
  • La coscienza che si riesce meglio con gli altri che da solo!
  • Dell’empatia che faceva di lui un imprenditore innovativo centrato sull’utilizzatore, ossia il lettore.

Cosi Aldo Manuzio ha potuto inventare il libro moderno, concepito per la comodità del lettore (formato tasca, paragrafi, puntuazione, tipografia…). Ha riuscito perché pensava e agiva con gli altri: si è appoggiato su una rete di collaborazione, e anche di amicizie, in particolare con Alberto Pio, principe di Carpi.

Questioni vitali a porsi oggi:

Nostro territorio, nostri paesi, nostra Europa sono oggi :

  • abbastanza accogliente per gli “stranieri”?
  • difensori il pensiero libero ?
  • tolleranti per gli « differenti »?
  • promotori delle collaborazioni in rete, nel territorio e con altri territori ?
  • promotori della cultura, della creazione, dell’imprenditoria ?

La Scuola e nostra Pubblica Amministrazione promuovono questi atteggiamenti ?

  • è questo il Senso delle nostre regole e leggi?
  • i cittadini capiscono e condividano questo Senso?

Abbiamo la volontà di lavorare in squadra (come ieri i distretti italiani…)

Rispettiamo abbastanza la cultura e i talenti? I dirigenti attuali sono istruiti come i patrizi collezionisti d’arte, educati a Venezia cinque secoli fa?

Nelle nostre imprese, nelle amministrazione, la meritocrazia è più forte che la pressione degli amici dei amici. Cosa scegliamo tra efficacia creativa o clientelismo mafioso?

Abbiamo la volontà di costruire un nostro futuro conforme ai nostri valori, cercando la forza necessaria nei nostri valori umanistici?

Cerchiamo a condividere nostra visione del nostro Nuovo Rinascimento tutti i cittadini, con gli attori culturali, economici, politici, con gli imprenditori illuminati !

 

André-Yves Portnoff

andre-yves@wanadoo.fr

https://ayportnoff.wordpress.com

Aldo Manuzio 4 VI 2014 AYPortnoff italiano

https://ayportnoff.wordpress.com/2014/07/13/700-professionisti-interpellano-i-dirigenti-francesi-e-in-italia/

Advertisements

A propos andreyvesportnoff

André-Yves Portnoff docteur ès sciences physiques, a été chimiste, chercheur en métallurgiste nucléaire au CEA avant de devenir journaliste à l’Usine nouvelle puis de diriger pendant dix ans Sciences & Technique, revue de prospective technologique. Co-auteur en 1983 du premier rapport français sur l’économie de l’immatériel (La Révolution de l’intelligence ) André-Yves Portnoff est consultant en innovation et conduite du changement, chercheur indépendant en partenariat avec le groupe de prospective Futuribles où il a développé un outil d’autodiagnostic des organisations basé sur les facteurs immatériels. Il enseigne notamment dans le MBA de la HEG de Fribours (Suisse). Avec Futuribles et Hervé Sérieyx (coauteur de Aux actes, citoyens ! Maxima éditeur) http://www.priceminister.com/nav/Livres/kw/andre%20yves%20portnoff Il mène actuellement une campagne pour la ré-industrialisation de la France et le retour de l’Europe à l’économie réelle. « Aux Actes Citoyens – de l’indignation à l’action » Ou comment transformer l’indignation pour qu’elle devienne constructive? Comment des initiatives innovantes peuvent transformer nos sociétés ? Soit, le pari de l’intelligence....des puces, des souris et des hommes Jean Michel Billaut: Connaissez-vous André-Yves Portnoff from Paris ? Aux actes citoyens : les e-pap http://www.dailymotion.com/video/xlmjrd_made-in-france-in-europe-andre-yves-portnoff-aux-actes-citoyens_news La Tribune: http://www.latribune.fr/opinions/20111109trib000662913/reindustrialiser-questions-de-confiance-.html L’Expansion : http://lexpansion.lexpress.fr/economie/les-grosses-entreprises-en-france-empechent-la-croissance-des-pme_264749.html En chanson : http://www.dailymotion.com/video/xjetbe_aux-actes-citoyens_news Commentez: http://fr-fr.facebook.com/pages/Aux-actes-citoyens-De-lindignation-à-laction/14815372191829 et http://www.facebook.com/profile.php?id=719057033&ref=tn_tnmn
Cet article a été publié dans Uncategorized. Ajoutez ce permalien à vos favoris.

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s